La Grande Prosa al Teatro Massimo di Cagliari: da Shakespeare alla nuova drammaturgia

“Giù la maschera” è lo slogan che abbiamo scelto per accompagnarci nel percorso di questa stagione 2014-15 al Teatro Massimo di Cagliari, nell'ambito del XXXV Circuito Teatrale Regionale Sardo: il teatro come luogo della verità, in cui avviene lo smascheramento, lo svelamento. Menzogna e ipocrisia son diffusi e generalizzati nella vita quotidiana, spesso siamo portati a costruirci un'identità fittizia, mentre in scena, nella finzione, ci si può permettere il lusso di essere veri. Nove titoli in cartellone da mercoledì 19 novembre fino ad aprile, tra cui immortali capolavori come il “Re Lear” di William Shakespeare interpretato da Michele Placido, alle prese con uno dei personaggi più complessi e affascinanti dell'opera shakespeariana, in una folgorante sintesi di umane fragilità e perversi meccanismi del potere - e l'“Enrico IV” di Luigi Pirandello, magnifico gioco di specchi tra identità e follia, con un inarrivabile Franco Branciaroli. Riflettori puntati su classici del Novecento come “Morte di un commesso viaggiatore” di Arthur Miller nell'allestimento del Teatro dell'Elfo, con Elio De Capitani – che firma anche la regia – e sulla drammaturgia contemporanea, a partire dalla profonda riflessione sulla condizione dell'intellettuale moderno in “Prima del Silenzio” di Giuseppe Patroni Griffi, con uno strepitoso Leo Gullotta. Dalle inquietudini e incertezze del Terzo Millennio, prende forma “L'Origine del Mondo/ Ritratto di un interno” - fortunata e pluripremiata pièce di Lucia Calamaro che ritrae una costellazione familiare tra dialoghi filosofici e frammenti del quotidiano; e fa i conti direttamente con la storia (recente) del Belpaese “Novantadue/ Falcone e Borsellino, vent'anni dopo” di Claudio Fava, per una ricostruzione della lotta contro la mafia con attori come Filippo Dini e Max Mazzotta. Interprete e regista cult del nostro cinema, Sergio Rubini firma testo e regia de “La serata”, di cui sarà protagonista insieme a Fabrizio Bentivoglio: una raffinata indagine suill'amore e l'amicizia e i dilemmi della vita di coppia. Ouverture in chiave teatral-musicale, con lo spettacolare “Beatles Submarine” del Teatro dell'Archivolto, rievocazione del mito dei Fab Four affidata al talento istrionico e un po' stralunato di Neri Marcorè e della Banda Osiris; sul filo delle note e dei ricordi “Penso che un sogno così...” di e con Beppe Fiorello è una sorta di diario, privato e collettivo, da cui affiorano volti e vicende del secolo appena trascorso, insieme alle indimenticabili canzoni di Domenico Modugno. La campagna abbonamenti inizierà lunedì 27 ottobre presso il biglietteria del Teatro Massimo (ingresso in via De Magistris 12) tel. +39 345.4894565 biglietteria@cedacsardegna.it info cedac@cedacsardegna.it www.cedacsardegna.it

Stagione di Prosa 2013-2014 C.T.R.S.

Ottobre, 2014

  • Nessun Evento