“La mia Odissea”: il poema omerico diventa commedia, con la riscrittura di Marina Thovez, protagonista accanto a Mario Zucca e altri sette attori… in tournée fra San Gavino, Alghero, Olbia e Palau

Il fascino degli antichi miti greci rivive ne “La mia Odissea”, scoppiettante pièce scritta, diretta e interpretata da Marina Thovez, protagonista sulla scena insieme all'attore e comico Mario Zucca e ad un'affiatata compagnia, sulle note del mandolino e della chitarra di Aco Bocina, in duo con il chitarrista Manuel Fernando Augusto: le (dis)avventure di Ulisse nel travagliato ritorno ad Itaca e la solitudine e l'attesa di Penelope, insidiata dagli avidi proci, ma anche la difficile adolescenza di Telemaco, cresciuto senza padre, e le ragioni di Calipso, a fronte dell'imperscrutabile volere degli Dèi e delle ansie e i timori dei mortali, compongono la trama di un intrigante affresco di una società arcaica in cui affiorano spunti di assoluta modernità. L'originale commedia ispirata al poema di Omero debutterà – in prima regionale – sotto le insegne del CeDAC, nell'ambito del XXXV Circuito Teatrale Regionale Sardo mercoledì 15 aprile alle 21 al Teatro Comunale di San Gavino Monreale, per approdare giovedì 16 aprile alle 21 al Teatro Civico di Alghero, venerdì 17 aprile alle 21 al CineTeatro "Olbia" di Olbia e infine sabato 18 aprile sempre alle 21 al CineTeatro Montiggia di Palau. Nel cast dello spettacolo (prodotto da Ludus in Fabula): Grazia Di Mauro, Mario Finulli, Gianluca Iacono,Felice Invernici, Antonio Paiola, Federico Palumeri e Patrizia Scianca; le evocative scenografie sono di Nicola Rubertelli e la colonna sonora è firmata dallo stesso Aco Bocina. Tra ironia e leggerezza, Marina Thovez ne “La mia Odissea” affronta i dilemmi del cuore umano e i capricci divini, il gioco delle passioni e il peso delle responsabilità, dando voce e risalto alla figura di Penelope, regina e sposa (quasi) abbandonata; e a quella di Telemaco che, ormai fattosi uomo, parte alla ricerca del padre perduto, ma anche della bella ninfa, invaghitasi dell'eroe greco. GLI ALTRI APPUNTAMENTI del CeDAC*** Un funambolico Ugo Dighero è il protagonista dell'originale "Apocalisse" del Teatro dell’Archivolto (dai racconti di Niccolò Ammaniti, con il contributo di Antonio Manzini): il debutto - in prima regionale - è fissato per martedì 21 aprile alle 20.30 al Teatro Electra di Iglesias, poi la tournée prosegue mercoledì 22 aprile alle 21 al Teatro Garau di Oristano, giovedì 23 aprile alle 21 al Teatro Civico Oriana Fallaci di Ozieri e infine venerdì 24 aprile sempre alle 21 al Teatro del Carmine di Tempio Pausania *** Chiuderà in bellezza la stagione 2014-15 del CeDAC un classico del Novecento come "Morte di un commesso viaggiatore" di Arthur Miller, nella mise en scène del Teatro dell’Elfo, in cartellone da mercoledì 22 a domenica 26 aprile al Teatro Massimo di Cagliari (per "La Grande Prosa al Teatro Massimo" firmata CeDAC)